Comprare casa all’estero conviene

Gli italiani vanno a caccia dell’affare dove c’è la crisi.

Prima di arrivare in Italia, la crisi ha colpito Spagna, Grecia e Irlanda. Stando così le cose non c’è niente di meglio che cercare l’occasione in quei Paesi dove le quotazioni sono crollate ai minimi storici. Le famiglie lombarde e venete, ma aumentano anche i compratori del Sud, si rivolgono verso le residenze a basso costo, in località gradevoli e facilmente accessibili con i low cost. 

Calano, pertanto, gli acquisti a Madrid, Barcellona e nelle Baleari (i prezzi sono ancora alti) e aumentano quelli a Marbella e Almeria, in Costa del Sol, o Fuertaventura nelle Canarie. Dalle parti di Atene vanno forte le isole meno conosciute come Thirassìa (facilmente accessibile via mare da Santorini), Amorgos e Citera, mentre in Irlanda gli acquisti restano concentrati a Dublino, dove con meno di 100mila euro è possibile prendere piccoli appartamenti nelle zone più prestigiose, come Grafton Street. E restando sul low cost non si può non menzionare la Croazia.

I prezzi sono in crescita ma le prospettive di rivalutazione restano alte. Piacciono Hvar, Brac, Korcula, ma anche Split e Dubrovnik e cresce pure l’interesse per l’Istria, dove, in località come Buzet, Rabac e Labin, con 80mila euro si può acquistare una casetta sul mare in buone condizioni.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>